Foto Flickr/Bill McIntyre

La nuova riforma del mercato del lavoro viene presentata come una misura a favore dei giovani e delle donne, ma analizzando le misure proposte emergono non poche perplessità. Sia sul piano della parità che su quello dell'equità

Articolofinanza pubblica - politiche - precarietà - spesa pubblica
Da flickr/associazione orlando foto di Federica Mazzoni

Riconoscere il problema della violenza non vuol dire trattare per forza le donne come vittime passive di fronte ai soprusi. Nel corso del tempo queste hanno imparato ad attivarsi, a mobilitarsi, a combattere per i loro diritti. E i successi in effetti sono stati tanti. Anche nell'individuare l'essenza della sopraffazione maschile

Articoloviolenza
https://www.flickr.com/photos/jonroman/14740876267

Molto spesso gli uomini violenti privano le donne dell'indipendenza economica. Ecco perché garantire loro le risorse per uscire dalla violenza è fondamentale. Non è chiedere troppo: la Spagna per esempio lo fa con una legge che prevede "diritti economici e lavorativi per le donne vittime di violenza di genere"

Articolobuone pratiche - politiche - spesa pubblica - violenza - welfare
Foto di Luca Rossato

Scriveva Elena Gianini Belotti «Che cosa può trarre di positivo un maschio dalla arrogante presunzione di appartenere a una casta superiore soltanto perché è nato maschio? La sua è una mutilazione altrettanto catastrofica di quella della bambina persuasa della sua inferiorità per il fatto stesso di appartenere al suo sesso». La risposta è una lunga storia di riflessione maschile su come agire cambiamenti politici, personali, relazionali che aprano spazi di libertà

Articolostorie - violenza
foto Flickr/Jody Art

È ancora dominante una narrazione della violenza contro le donne, dallo stupro al femminicidio, come raptus, reazione giustificata, persino gesto comprensibile. Una riflessione sul linguaggio e le rappresentazioni, e alcune idee su come raccontare il fenomeno senza alimentare gli stereotipi. Che finiscono per farci sembrare tutto normale, anche il sangue

Articolomedia - violenza

Non solo le risorse sono esigue, ma sono anche distribuite con criteri opinabili. A partire dal fatto che in futuro potrebbero essere finanziati anche centri non specializzati. Cancellando una lunga storia di luoghi delle donne per le donne

Articolospesa pubblica - violenza

Otto uomini violenti su dieci sono recidivi. Negli ultimi anni sono nate strutture e servizi rivolti a loro e ora si prova a fare il punto delle prime esperienze, tra il rischio di patologizzare e le polemiche sull'uso delle scarse risorse per il contrasto alla violenza

Articoloazioni positive - femminismi - istituzioni - stereotipi - violenza
Foto Flickr/Ashbringer83

Siamo a Natale e finalmente sono state distribuite le risorse per il biennio 2013-2014 promesse per il contrasto alla violenza sulle donne. Adesso sono in mano alle regioni, ma ancora non è dato sapere come in concreto le stanno spendendo. Intanto, ecco i criteri con cui sono stati ripartiti i fondi pubblici messi a disposizione a livello centrale

Articolopolitiche - spesa pubblica - violenza
https://www.flickr.com/photos/caroslines/3199807082

Il 25 novembre è la data in cui in tutto il mondo si parla di violenza degli uomini sulle donne. È una data importante e anche noi ne approfittiamo per dire dieci cose che è bene ribadire perché vorremmo che fossero acquisite e scontate, ma non lo sono

Articoloviolenza

Perché le statistiche sulla violenza di genere sono così lacunose? Come mai è così difficile monitorare in maniera puntuale i vari reati commessi contro le donne? Non si tratta solo di sommerso e di reticenza a denunciare l'uomo che agisce violenza, spesso il proprio partner. Ci sono anche problemi di definizione e con le fonti dei dati (attualmente poche e non strutturate)

Articoloviolenza

Pagine