Articoli

Il lavoro femminile è cambiato. E i redditi delle donne fanno sempre più da argine all'impoverimento. La crisi si somma a problemi strutturali, e rende più urgente intervenire non a difesa di una generica famiglia, ma per una nuova organizzazione del lavoro e una nuova offerta di servizi

Articololavoro

Donne, casa e lavoro. L'immigrazione sta cambiando gli equilibri, ma non per tutte. La presenza delle immigrate permette a una parte delle donne italiane - in particolare, le laureate - di lavorare di più. Di fatto è una privatizzazione delle politiche di welfare e conciliazione: ma non è detto che duri

Articololavoro - migrazioni

Gli obiettivi di benessere prendono il posto dei numeri della sola crescita. Ma vanno messi alla prova della differenza sessuale. Una ricerca indaga i fattori che incidono sul benessere di uomini e donne. Si scopre, ad esempio, che le donne più infelici sono le lavoratrici con figli piccoli, i maschi più infelici i pensionati

Articolopari opportunità - disuguaglianze

Punire il cliente, come vuole la legge svedese? Una strada sbagliata: perché le prostitute non sono solo le povere vittime, perché il probizionismo non paga, perché esporta il problema oltreconfine, e sposta l'attenzione dai servizi sociali alla polizia

Articolocorpi

La Grecia arriva al centro della scena, esempio tragico della fragilità della governance dell'Eurozona. La crisi dell'economia e del debito colpisce duramente le donne, soprattutto giovani e outsider . Ma quel che succederà dipenderà molto dalla loro capacità di reazione

Articolofinanza pubblica - lavoro

L'esiguità della presenza delle donne nello spazio pubblico è sconcertante. Ma la questione viene periodicamente posta e poi dimenticata. Per cambiare le cose, le quote di genere sono un primo passo. Non il solo. Le istituzioni europee si limitano a interventi deboli, devono muoversi stati e regioni

Articolopari opportunità

Il bilancio decennale della legge svedese che punisce penalmente chi compra sesso. La reazione dei paesi limitrofi, la costruzione di un modello "baltico". Mentre in Italia la proposta Carfagna si preoccupava dell'ordine pubblico più che delle persone: prima che sulla questione scendesse il silenzio

Articolocorpi

In Italia un bambino su cinque nasce da genitori non sposati. Una tendenza in forte crescita, anche se siamo ancora lontani dai livelli degli altri paesi europei. Fa da freno il fatto che ancora persistono disparità di diritti tra i bambini nati all’interno del matrimonio e quelli nati al di fuori di esso

Articolopari opportunità - famiglie

Una comparazione europea mostra come, nel caso italiano, il sistema del quoziente avrebbe l'esito di togliere ai poveri per dare ai ricchi. Nella discussione politica si enfatizza l'aggettivo "familiare" e si nascondono gli effetti regressivi del sistema

Articolofinanza pubblica - famiglie

Un boicottaggio di fatto. A mesi di distanza dalla sua approvazione, la pillola abortiva non è ancora disponibile negli ospedali italiani. Colpa della palude burocratica, delle ambiguità sul ricovero (diritto o obbligo?), della governance spezzettata della farmaceutica ospedaliera.

Articolocorpi

Pagine