Newsdiritti, femminismi, stereotipi

8 marzo, uno sciopero internazionale femminista

Uno sciopero internazionale femminista, è questo l'appello che dall'Argentina agli Stati Uniti, passando per l'Europa, le femministe hanno lanciato per l'8 marzo. Astenersi per un giorno dal lavoro retribuito e di cura non retribuito, per far sentire al mondo quando è importante e quanto vale il lavoro che le donne svolgono senza che sia loro pienamente riconosciuto anche e soprattutto in termini economici. 

Venerdì 8 marzo 2019 si marcia quindi in moltissime città, da Buenos Aires a New York, fino a Roma, Londra, Parigi, Berlino, Madrid. Tanti gli appuntamenti, diversi gli appelli uniti da un filo comune: rendere visibile il lavoro delle donne, e continuare a lottare contro gli stereotipi e le prevaricazioni che coinvolgono ancora i corpi, la sessualità, i diritti, le vite.

"Vogliamo costruire una giornata di forte affermazione di diritti e di battaglie femministe, antirazziste, solidali, che si incontrano, si interconnettono, risuonano" scrive la rete italiana Non una di meno nell'appello firmato quest'anno per uno sciopero che sia "transfemminista".

Leggi anche

Quanto costa se ci fermiamo

Come aderire allo sciopero femminista in Italia 

L'appello delle femministe argentine

Gli appuntamenti in Europa

La marcia negli Stati Uniti