Videocultura - innovazione - storie

inQuiete, parte il crowdfunding

Parte il crowdfunding per la seconda edizione di inQuiete, festival di scrittrici a Roma

Parte il crowdfunding per la seconda edizione di inQuiete, festival di scrittrici a Roma che nasce dal basso e punta in alto "mettendo a disposizione di tutti e tutte in maniera gratuita e accessibile tre giorni di incontri, laboratori, tavole rotonde e presentazioni" all'interno delle piazze, librerie e biblioteche del Pigneto a Roma.

"Nel 2017 abbiamo lanciato l'idea di fare un festival per dare visibilità alle donne e alla loro scrittura coinvolgendo più di duecento cofinanziatori, settanta tra scrittrici, giornaliste e studiose, cinquemila persone che hanno partecipato al Festival" spiegano le organizzatrici, che anticipano: quest'anno ci sarà una mostra di fotografia, uno spazio dedicato alla poesia il festival diventerà internazionale.

"La presenza femminile nella narrativa e nei festival letterari è spesso relegata in secondo piano nonostante ci siano numerose autrici affermate, le donne leggano di più, e siano donne le interpreti di molti dei romanzi più amati" continuano le ideatrici del festival. È da questa constatazione che nasce l’idea di un intero festival dedicato alle donne e alle scrittrici che si svolgerà in due officine culturali che innervano il quartiere Pigneto a Roma: la Biblioteca del Comune di Roma Goffredo Mameli e la libreria delle donne Tuba.  

Sostieni inQuiete per realizzare la seconda edizione del festival

 

Altri video

Contro le mutilazioni genitali femminili, il video girato da giovani attiviste e attivisti africani ed europei
Videolinguaggi - salute - sessualità
Uno spot trasmesso dalla televisione danese racconta il bello dell'umanità in tre minuti
Videoinclusione - linguaggi - storie
Le bambine e i bambini non hanno bisogno di doni stereotipati
Video
In occasione del 25 novembre una serie di infografiche racconta la violenza sulle donne in Italia e nel mondo
Videoviolenza
L'Italia è quattordicesima e l'Europa va avanti lentamente. Lo spiega il nuovo indice sull'uguaglianza di genere
Videodisuguaglianze - Europa - pari opportunità

Pagine