Videostorie

La donna che sparò a Mussolini

Il 7 aprile 1926 Violet Gibson, una ragazza irlandese, spara a Benito Mussolini davanti al Campidoglio, ferendolo al naso. Morirà in manicomio, perché considerata pazza

Il 7 aprile 1926 Violet Gibson, una ragazza irlandese, spara a Benito Mussolini davanti al Campidoglio, ferendolo al naso. L'attentato viene considerato tra i più gravi e imprevedibili. Violet viene arrestata e rinchiusa in un ospedale psichiatrico perché ritenuta insana e pericolosa. "Quattro sono state le persone che hanno attentato alla vita di Benito Mussolini, ma solo una fu rinchiusa, Violet Gibson" osserva la RTE Radio1 che a questa storia dedica uno speciale. Noi vi riproponiamo il documentario trasmesso dalla Rai all'interno del programma La storia siamo noi

 

Altri video

In occasione del 25 novembre una serie di infografiche racconta la violenza sulle donne in Italia e nel mondo
Videoviolenza
L'Italia è quattordicesima e l'Europa va avanti lentamente. Lo spiega il nuovo indice sull'uguaglianza di genere
Videodisuguaglianze - Europa - pari opportunità
Il tasso di occupazione femminile ha raggiunto il suo record storico. Cosa accade a redditi e bilanci familiari?
Video
Di cosa parliamo quando pariamo di intersezionalità? Cinque cose da sapere in un video che ripercorre la storia del termine
Videodiritti - disuguaglianze
Decolla il crowdfunding per il primo festival di scrittrici a Roma
Videocittà - linguaggi

Pagine