Videostorie

La donna che sparò a Mussolini

Il 7 aprile 1926 Violet Gibson, una ragazza irlandese, spara a Benito Mussolini davanti al Campidoglio, ferendolo al naso. Morirà in manicomio, perché considerata pazza

Il 7 aprile 1926 Violet Gibson, una ragazza irlandese, spara a Benito Mussolini davanti al Campidoglio, ferendolo al naso. L'attentato viene considerato tra i più gravi e imprevedibili. Violet viene arrestata e rinchiusa in un ospedale psichiatrico perché ritenuta insana e pericolosa. "Quattro sono state le persone che hanno attentato alla vita di Benito Mussolini, ma solo una fu rinchiusa, Violet Gibson" osserva la RTE Radio1 che a questa storia dedica uno speciale. Noi vi riproponiamo il documentario trasmesso dalla Rai all'interno del programma La storia siamo noi

 

Altri video

Decolla il crowdfunding per il primo festival di scrittrici a Roma
Videocittà - linguaggi
Le donne si sposano prima e più spesso hanno una laurea. Matrimoni in Italia, tutti i dati in un video
Video
Le fumatrici in Italia sono più di 4 milioni. Un flash di genere per la giornata mondiale senza tabacco
Video
"Ho ritrovato la libertà, una libertà totale, che non conoscevo". Al cinema dal 20 aprile
Videosessualità - stereotipi - storie
Grazie al lavoro delle “madri d’Europa” le donne possono trovare oggi nelle istituzioni europee un’arena privilegiata per la rivendicazione dei propri diritti. La puntata su Rai Storia
Videodiritti - Europa - pari opportunità

Pagine