Videostorie

La donna che sparò a Mussolini

Il 7 aprile 1926 Violet Gibson, una ragazza irlandese, spara a Benito Mussolini davanti al Campidoglio, ferendolo al naso. Morirà in manicomio, perché considerata pazza

Il 7 aprile 1926 Violet Gibson, una ragazza irlandese, spara a Benito Mussolini davanti al Campidoglio, ferendolo al naso. L'attentato viene considerato tra i più gravi e imprevedibili. Violet viene arrestata e rinchiusa in un ospedale psichiatrico perché ritenuta insana e pericolosa. "Quattro sono state le persone che hanno attentato alla vita di Benito Mussolini, ma solo una fu rinchiusa, Violet Gibson" osserva la RTE Radio1 che a questa storia dedica uno speciale. Noi vi riproponiamo il documentario trasmesso dalla Rai all'interno del programma La storia siamo noi

 

Altri video

Rai Cultura intervista inGenere e la Fondazione Brodolini su materie scientifiche e stereotipi di genere a scuola
Videoscuola - stereotipi
Contro le mutilazioni genitali femminili, il video girato da giovani attiviste e attivisti africani ed europei
Videolinguaggi - salute - sessualità
Uno spot trasmesso dalla televisione danese racconta il bello dell'umanità in tre minuti
Videoinclusione - linguaggi - storie
Le bambine e i bambini non hanno bisogno di doni stereotipati
Video
In occasione del 25 novembre una serie di infografiche racconta la violenza sulle donne in Italia e nel mondo
Videoviolenza

Pagine