Dossier

Le straniere in Italia lavorano prevalentemente nel settore domestico e dei servizi alla persona, la pandemia ha reso queste donne ancora più vulnerabili e allo stesso tempo necessarie, è il momento di ripensare lavoro e diritti verso una democrazia della cura

Violenza domestica e ridefinizione dei carichi di cura: dopo che la pandemia ha messo a dura prova le famiglie aprirà la strada a un possibile riequilibrio dei ruoli?

Nel mercato del lavoro la pandemia ha agito come un acceleratore di trasformazioni organizzative e di abitudini. Progettare il futuro del lavoro significherà anche e soprattutto ragionare sui luoghi possibili per il suo svolgimento, e farlo in modo non tanto individuale ma collettivo

Aperture e chiusure delle scuole durante la pandemia hanno messo in crisi le famiglie rendendo ancora più visibili disuguaglianze di genere e tecnologiche. Partiamo dai dati per ripensare un'istruzione più inclusiva

La crisi innescata dalla pandemia è una crisi di genere perché ha colpito le donne più di tutti, a diversi gradi e livelli. Analizziamo quali sono stati gli effetti di questo processo in termini di occupazione e forniamo proposte per accedere ai fondi europei per la ripresa, tenendo conto delle competenze delle esperte

Dal medio oriente agli Stati Uniti, passando per l'ex blocco sovietico, è in atto un ritorno all'idea di nazione, che trova terreno fertile nell'estremizzazione delle destre e nei nuovi sovranismi impegnati a combattere un nemico comune: la democrazia così com'è stata pensata dopo le due guerre mondiali. Nel dossier raccontiamo come questa guerra abbia al centro proprio i diritti e la libertà delle donne, e un'immagine molto precisa di mascolinità

Per superare la crisi climatica c'è bisogno di un cambio di paradigma che tenga insieme genere e ambiente. Il dossier nasce con l'intento di indagare questa connessione al confine tra economia e società, scienza e cultura, ed è coordinato da Claudia Bruno

Il cambiamento portato dalla digitalizzazione del lavoro non è neutro rispetto al genere e ha un impatto diverso per uomini e donne, soprattutto quando al centro della riorganizzazione ci sono spazi nuovi e competenze specifiche. È importante capire quali sono per le donne i veri rischi e le opportunità 

Che posto occupano le donne nel panorama editoriale italiano? I dati sono ancora pochi, ma quelli disponibili raccontano di un esercito massiccio di lettrici, libraie e redattrici contro una presenza tutta maschile ai piani alti di case editrici e organizzazioni letterarie. In questo dossier: articoli, interviste e risultati a partire dalle ricerche dell'Osservatorio su donne e uomini nell'editoria coordinato da inGenere in collaborazione con inQuiete, Salone del Libro di Torino e Bookpride

Sono circa 52,6 milioni nel mondo le persone impiegate nel settore del lavoro domestico e di cura retribuito. Di questi, 43 milioni sono donne e 7 milioni bambini. Un fenomeno globale, con caratteristiche che variano a seconda del contesto geografico. Cerchiamo di capire cosa accade e come sta cambiando

Qual è lo stato di salute delle deleghe alle pari opportunità in Italia? Ce lo siamo chieste su inGenere. Dalle esperienze delle consigliere di parità, alla situazione degli enti locali, passando per leggi e istituti. L'inchiesta curata per noi da Alisa Del Re e Lorenza Perini del Centro interdipartimentale di ricerca sugli studi di genere dell'Università di Padova

I percorsi e le esperienze di donne e ragazze – rifugiate, studentesse, lavoratrici, cittadine – mettono in luce tutta l’importanza che un’attenzione di genere può ricoprire per comprendere le migrazioni, un fenomeno sempre più sfaccettato e complesso.

Sono passati settant'anni dal suffragio universale che in Italia ha permesso alle donne di votare e di essere votate alle elezioni. Un passo importante che ha inciso profondamente sul cambiamento delle condizioni di vita di tutti. La strada per arrivarci è stata lunga, e ne manca ancora per una piena cittadinanza. Lo speciale di inGenere per il settantesimo anniversario del voto alle donne.

Ritratti di donne che si sono distinte nella storia del pensiero economico e dell'economia o che hanno compiuto grandi imprese, grandi viaggi o importanti scoperte.

Che genere di città vogliamo abitare? Policies, pianificazione, urbanistica, innovazione, ne parliamo con esperte e attiviste, ricercatrici e studiose. Esperienze, riflessioni e storie sulle città ripensate da un punto di vista di genere

Da tempo assistiamo a una vera e propria crociata contro l'educazione alle differenze nelle scuole e il contrasto agli stereotipi di genere nella società. L'hanno chiamata "ideologia del gender", noi vi spieghiamo perché non esiste

Conciliare vita e lavoro è possibile? Il viaggio di inGenere tra strategie individuali, pratiche aziendali, politiche pubbliche e leggi ancora inadeguate

Le proposte della redazione di inGenere per rilanciare l'economia si concentrano sul rafforzamento e sulla creazione di infrastrutture sociali. Stiamo parlando di quei servizi che ci permettono di soddisfare interessi e bisogni collettivi e liberare il tempo delle donne: scuole a tempo pieno, asili, strutture per anziani, per una popolazione che già oggi al 16 per cento supera i 70 anni. Portare fuori dalle case parte del lavoro di cura crea molta occupazione (femminile, ma non solo), migliora la qualità della vita di chi già lavora e rende possibile accettare un lavoro per chi lo desidera.

Assegni, indennità, congedi, dimissioni in bianco. La maternità è un percorso che molte desiderano intraprendere, ma all'interno di un contesto che non ne riconosce il valore sociale diventa sempre più difficile. E se la maternità fosse un diritto per tutte, invece che un lusso per poche?

Un servizio sempre più considerato indispensabile. Non solo per favorire l'occupazione femminile, ma in generale per la conciliazione vita lavoro (anche dei papà), e per il futuro rendimento scolastico dei bimbi. In questo dossier trovate i dati sulla cronica insufficienza italiana, le idee, le analisi e i confronti con l'estero

Pagine