Articoli

Un recente rapporto Eggsi analizza i nodi dei sistemi sanitari europei in un'ottica di genere. Approccio indispensabile per alzare la qualità e l'efficacia della spesa. Ma che non deve dimenticare i vincoli finanziari

Articolofinanza pubblica - salute

Il congedo di paternità obbligatorio, di cui discutono i parlamenti europeo e italiano, è un passo avanti nel riconoscimento del diritto dei padri ad avere tempo di accogliere un nuovo nato. Ma non può essere uno strumento per raggiungere una maggiore uguaglianza tra padri e madri

Articolofamiglie - lavoro

Prima scegliere il sistema elettorale che ci pare migliore, poi ragionare sugli strumenti per promuovere la presenza delle donne. Una proposta che punta sul sistema uninominale, e punisce - nel portafoglio - i partiti che lasciano a casa le donne

Articolopari opportunità

La tendenza al livellamento nell'età di uscita dal lavoro è comune a tutt'Europa. Bisogna evitare di guardare allo "sconto" sull'età per le donne come a un risarcimento del lavoro di cura, confermando così i ruoli dati; e valutare i parametri delle singole posizioni lavorative, che fanno davvero la differenza

ArticoloEuropa - pensioni - welfare

Un quadro comparativo europeo

ArticoloEuropa - pensioni - schede

Perché le donne guadagnano di meno? Ai fattori storici e culturali uno studio sperimentale aggiunge un'altra spiegazione: danno minore importanza agli incentivi monetari. Di conseguenza, il datore di lavoro ha più interesse a incentivare economicamente il lavoro dei maschi (*)

Articolopari opportunità - lavoro

Il quoziente familiare passa di moda. Il Forum delle associazioni familiari propone un altro sistema: è un po' farraginoso, ma al contrario del quoziente evita di premiare solo i ricchi e di punire le donne che lavorano. Ecco come funzionerebbe

Articolofinanza pubblica - famiglie

Una stima del valore dell'attività non retribuita degli anziani, sulla base del monte ore che questi dedicano all'assistenza familiare dopo la pensione. Un ruolo crescente, soprattutto per le nonne e nel centro-nord. Dove maggiore è l'occupazione femminile

Articolofamiglie - welfare

Il dibattito sulla nuova legge elettorale non può prescindere dalla questione della scarsa presenza delle donne in parlamento. Le proposte di azioni positive in tale direzione sono diverse. Partiamo da quella che prevede il maggioritario uninominale con due candidati: un uomo e una donna

Articolopari opportunità

Sì alle quote femminili nei cda delle società, ma le donne sono pronte? L'economista Zingales ha molti dubbi e taglia i posti, proponendo un misero 10%. Ma i numeri e le esperienze già fatte in altri paesi dimostrano il contrario. Una quota-simbolo è inutile e dannosa

Articolopari opportunità - imprese

Pagine