Newsdiritti, femminismi, violenza

Jin, jihad, azadi. In solidarietà con le iraniane

Foto: Unsplash/Craig Melville

Da settimane Teheran e il territorio iraniano sono scossi da una delle più grandi ondate di protesta nella storia del paese, dove le donne per prime sono scese in strada per manifestare una rabbia condivisa. La sociologa Valentine M. Moghadam lo ha raccontato in un lungo articolo che abbiamo tradotto in italiano sulle nostre pagine.

Il nostro augurio per il 2023 è quello di una libertà che sia per tutte le donne. Il nostro sentito ringraziamento va a quelle che stanno lottando, se non siamo libere tutte nessuna è libera.

Leggi anche

La rivolta delle donne in Iran di Valentine M. Moghadam

Jin, jiyan, azadî: il paradigma per la vera libertà (il manifesto)

Jineolojî, la rivoluzione del sapere