RicercheEuropa, generazioni, lavoro

Fragili in partenza - Differenze di genere sul mercato del lavoro giovanile

Data pubblicazione: 04/2013
Starting Fragile – Gender Differences in the Youth Labour Market
Autori: Janneke Plantenga, Chantal Remery e Manuela Samek Lodovici (per il network Enege)
Committente: Commissione Europea - direzione generale Giustizia
Area geografica: Europa
Abstract: 

La crisi economica e finanziaria in corso colpisce tutti i cittadini dell'Unione Europea, ma in modo particolare i più giovani, che trovano difficoltà crescenti nella transizione al lavoro. Ciò che rende la posizione socioeconomica dei giovani particolarmente fragile non è solo l'alta disoccupazione e il tasso di inattività, ma anche il cambiamento delle condizioni del mercato del lavoro. In questo rapporto si analizza l'impatto delle condizioni vulnerabili con i quali i giovani europei entrano nel mercato del lavoro, concentrando l'attenzione sia sulle carrire lavorative che sui percorsi di vita. Lo studio presta particolare attenzione agli aspetti di genre. Ecco le principali conclusioni: 1) Con la crisi le condizioni del mercato del lavoro sono peggiorate più per i giovani maschi, ma il tasso di Neet rimane più alto e l'occupazione più bassa tra le giovani donne; 2) l'inizio della carriera lavorativa differisce tra i generi, con le donne che cadono in percorsi a rischio di fallimento (inattività, part time, contratti temporanei); 3) una partenza fragile ha un forte impatto sulla possibilità di intraprendere una vita autonoma; 4) è necessario prestare una più forte attenzione alle differenze di genere anche nelle politiche giovanili.

Starting Fragile – Gender Differences in the Youth Labour Market