Foto Flickr/Congregation of Sisters of St. Joseph in Canada

In Italia le nascite sono in costante diminuzione, non solo per il calo della fecondità ma anche perché si riduce il numero delle potenziali mamme. In calo anche i nati da genitori di origine straniera, mentre aumenta per tutte l'età media alla nascita dei figli. E sempre più bambini nascono da genitori non sposati. In altri paesi i nuovi modi di fare famiglia hanno aiutato la fecondità. Da noi si teme che non succederà

Articolodemografia - famiglie

Di patrimonio e risparmi continuano a occuparsi solo gli uomini. Se da un lato i prodotti finanziari sono spesso standardizzati e un po' paternalisti, dall'altro le donne continuano a essere troppo impreparate in materia. Ma le strutture familiari stanno cambiando, ci sono molti motivi per cui c'è sempre più bisogno anche di donne in grado di occuparsene

Articoloempowerment - finanza - risparmio

Esce un decalogo di autodifesa dalla fantomatica "ideologia del gender" per genitori cattolici, basato su una lettura distorta delle politiche di pari opportunità, degli studi di genere e delle richieste del movimento delle donne. Un pasticciaccio all'italiana che parla della paura di cambiare

Articologenerazioni - scuola - stereotipi

La storia di un piccolo grande successo ottenuto attraverso il microcredito, un progetto buono per le persone e buono per l'ambiente, con tutti i colori del Guatemala

Articoloambiente - finanza - storie - sviluppo

Una grazia temporanea per le finanze pubbliche di Italia, Francia e Belgio; e l'annuncio roboante di un piano di investimenti che però ha ben poco dietro la facciata. Forse qualcuno in Europa ha capito di aver imboccato una strada sbagliata, ma non si decide a prenderne un’altra. E nell’attesa, si perde tempo

ArticoloEuropa - finanza pubblica - politiche

Esistono delle differenze di genere nel pensiero strategico? Che cosa condiziona la capacità di prendere decisioni ottimali in ambito economico? Uno studio osserva il comportamento maschile e femminile in due giochi sperimentali

Articolostereotipi

Con un'età media alta, saperi obsoleti, spesso senza esperienza, non basteranno i 150.000 nuovi assunti a rilanciare la scuola. Il piano del governo non prevede le quattro cose di cui c'è più bisogno: tempo pieno, corsi di italiano per stranieri, materie opzionali, educazione per adulti. Per fare una scuola che sia motore di inclusione sociale e pari opportunità

Articoloistruzione - politiche - scuola - spesa pubblica

La nuova riforma del mercato del lavoro viene presentata come una misura a favore dei giovani e delle donne, ma analizzando le misure proposte emergono non poche perplessità. Sia sul piano della parità che su quello dell'equità

Articolofinanza pubblica - politiche - precarietà - spesa pubblica

Se ne parla sempre in termini di spesa e mai come misura di contrasto alla povertà, che avanza sempre più anche tra i lavoratori. Ancor meno si tiene in considerazione il potenziale di emancipazione, in particolare per le donne. Un'analisi delle proposte in campo

Articolodiseguaglianza - politiche - povertà

Riconoscere il problema della violenza non vuol dire trattare per forza le donne come vittime passive di fronte ai soprusi. Nel corso del tempo queste hanno imparato ad attivarsi, a mobilitarsi, a combattere per i loro diritti. E i successi in effetti sono stati tanti. Anche nell'individuare l'essenza della sopraffazione maschile

Articoloviolenza

Molto spesso gli uomini violenti privano le donne dell'indipendenza economica. Ecco perché garantire loro le risorse per uscire dalla violenza è fondamentale. Non è chiedere troppo: la Spagna per esempio lo fa con una legge che prevede "diritti economici e lavorativi per le donne vittime di violenza di genere"

Articolobuone pratiche - politiche - spesa pubblica - violenza - welfare

Ho 38 anni, sono una avvocata e, da circa dodici anni, mi occupo di violenza di genere. La mia attività lavorativa consiste nell’offrire consulenza legale ed assistenza processuale alle donne sopravvissute alla violenza ed alla tratta di esseri umani; dal 2007, sono responsabile dell’Ufficio legale...

Newsstorie - violenza

Faccio l’operatrice antiviolenza. E’ un lavoro emotivamente faticoso, soprattutto per le condizioni in cui lo faccio: i servizi sociali e le forze dell'ordine non hanno adeguata competenza in violenza di genere e molte volte non comprendono la complessità delle situazioni, a ciò si aggiunge una...

Newsstorie - violenza

Siamo a Natale e finalmente sono state distribuite le risorse per il biennio 2013-2014 promesse per il contrasto alla violenza sulle donne. Adesso sono in mano alle regioni, ma ancora non è dato sapere come in concreto le stanno spendendo. Intanto, ecco i criteri con cui sono stati ripartiti i fondi pubblici messi a disposizione a livello centrale

Articolopolitiche - spesa pubblica - violenza

Dedico lavoro ed energie a contrastare la violenza contro le donne perché è la più penetrante, inascoltata e sottovalutata violazione dei diritti umani. Appartiene drammaticamente alla storia dell’umanità, inizia nella notte dei tempi, e sol per questo viene ritenuta una forma ineliminabile di...

Newsstorie - violenza

Otto uomini violenti su dieci sono recidivi. Negli ultimi anni sono nate strutture e servizi rivolti a loro e ora si prova a fare il punto delle prime esperienze, tra il rischio di patologizzare e le polemiche sull'uso delle scarse risorse per il contrasto alla violenza

Articoloazioni positive - femminismi - istituzioni - stereotipi - violenza

Non solo le risorse sono esigue, ma sono anche distribuite con criteri opinabili. A partire dal fatto che in futuro potrebbero essere finanziati anche centri non specializzati. Cancellando una lunga storia di luoghi delle donne per le donne

Articolospesa pubblica - violenza

È ancora dominante una narrazione della violenza contro le donne, dallo stupro al femminicidio, come raptus, reazione giustificata, persino gesto comprensibile. Una riflessione sul linguaggio e le rappresentazioni, e alcune idee su come raccontare il fenomeno senza alimentare gli stereotipi. Che finiscono per farci sembrare tutto normale, anche il sangue

Articolomedia - violenza

L'Italia spende molto meno, tra la metà e i due terzi, di Francia e Regno unito contro la violenza di genere. E con criteri poco trasparenti. Alcune idee per superare le attuali incertezze

Articolopari opportunità - politiche - spesa pubblica - violenza

Jacqui True ha scritto un libro in cui tesse le fila tra processi macroeconomici, relazioni internazionali, donne, prevenzione della violenza. Una critica al neoliberismo da una prospettiva economico-femminista.

Recensioneviolenza

Perché le statistiche sulla violenza di genere sono così lacunose? Come mai è così difficile monitorare in maniera puntuale i vari reati commessi contro le donne? Non si tratta solo di sommerso e di reticenza a denunciare l'uomo che agisce violenza, spesso il proprio partner. Ci sono anche problemi di definizione e con le fonti dei dati (attualmente poche e non strutturate)

Articoloviolenza

Scriveva Elena Gianini Belotti «Che cosa può trarre di positivo un maschio dalla arrogante presunzione di appartenere a una casta superiore soltanto perché è nato maschio? La sua è una mutilazione altrettanto catastrofica di quella della bambina persuasa della sua inferiorità per il fatto stesso di appartenere al suo sesso». La risposta è una lunga storia di riflessione maschile su come agire cambiamenti politici, personali, relazionali che aprano spazi di libertà

Articolostorie - violenza