Videosalute - sessualità - stereotipi

L'Aids balla con chiunque

Lo spot firmato da Osservatorio AiDS, Friends of the Global Fund Europe, Aidos e Bluestocking per l'1 dicembre 2018, giornata mondiale per la lotta all'Aids

Aids: 37 milioni di persone sieropositive nel mondo e quasi 2 milioni di nuove infezioni l'anno. No, non riguarda solo immigrati e omosessuali. L'Aids balla con chiunque: è contro gli stereotipi e lo stigma sociale lo spot firmato da Osservatorio AiDS, Friends of the Global Fund Europe, Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo (Aidos) e Bluestocking per l'1 dicembre 2018, giornata mondiale per la lotta all'Aids.

"L’Italia, sebbene l’incidenza di Aids sia in lieve costante diminuzione negli ultimi tre anni, è il secondo paese per incidenza fra quelli dell’Europa occidentale" spiega l'Osservatorio AiDS. "Aids, tubercolosi e malaria continuano a colpire milioni di persone nel mondo, stigma e discriminazione costituiscono barriere sociali che spesso ostacolano l’accesso alla prevenzione e alla cura ai più vulnerabili e alle donne, il cui diritto alla salute dunque non sempre è garantito, soprattutto nei paesi con scarse risorse".

Guarda lo spot

Il Fondo Globale, partenariato fra governi, società civile, settore privato e persone colpite dalle tre epidemie, in questo svolge un ruolo importante, continua l'Osservatorio. "Dal 2002 il Fondo Globale sostiene programmi gestiti da esperti locali nei paesi e nelle comunità più bisognose, con un investimento di circa 4 miliardi di dollari all’anno per porre fine ad Aids, tubercolosi e malaria. L’Italia è tra i maggiori contribuenti del Fondo e nel mese di Ottobre 2019 sarà chiamata a pronunciare il proprio impegno finanziario per il triennio 2020-2022".

 

Altri video

Chi pagherà le conseguenze della crisi dopo il Covid? Marcella Corsi, Lucia Castelli e Giovanni Galli ne parlano con La Repubblica
Video
Dopo il virus, un mondo nuovo? Un dibattito femminista sull'impatto di genere del Covid. Chiara Saraceno e Barbara Leda Kenny ne parlano con MicroMega
Videopandemia
La denuncia del gruppo di esperte contro la violenza del Consiglio europeo: una visione stereotipata dei ruoli continua a limitare le opportunità e la libertà di scelta delle donne
Video
Scrittrici, poete, artiste di tutti i tempi che si sono mantenute fuori dal centro per raccontare mondi che altri non vedevano e collegare territori che altri tenevano separati
Videoarte - cultura - femminismi - linguaggi - storie
Un monologo sugli standard che la società impone alle donne, le parole di Camille Rainville interpretate da Cynthia Nixon a pochi giorni dalla condanna di Harvey Weinstein
Video

Pagine