VideoAmerica - elezioni - femminismi - politica - politiche

Il discorso di Michelle

Nel suo discorso, Michelle Obama, ha voluto sostenere in modo aperto e incondizionato la candidatura di Hillary Clinton per le presidenziali americane.

"Ogni mattina mi sveglio in una casa che è stata costruita da schiavi e guardo le mie figlie, due donne nere, belle e intelligenti, giocare con i cani sul prato della Casa Bianca. Con Hillary Clinton, le mie figlie, tutti i nostri figli e le nostre figlie, ormai possono dare per scontato che una donna può diventare presidente degli Stati Uniti". Così Michelle Obama, con la voce rotta dall'emozione, nel discorso tenuto il 25 luglio alla convention democratica nazionale che si è tenuta a Filadelfia. Un discorso, accolto da forti ovazioni, in cui la first lady ha voluto sostenere in modo aperto e incondizionato la candidatura di Hillary Clinton per le presidenziali americane. Hillary Clinton, una donna che non ha mollato anche quando avrebbe potuto, ha sottolineato Obama "deve essere presidente e ha davvero tutte le qualità per esserlo, e io sono qui oggi erché so che presidente sarà". E ha continuato: "e mentre le mie figlie si preparano a confrontarsi con il mondo, io voglio un leader all'altezza, all'altezza delle speranze delle mie ragazze e di quelle di tutti i nostri bambini. Un leader che sarà guidato ogni giorno dall'amore e dalla speranza, e da tutti i sogni incredibilmente grandi che tutti noi abbiamo per i nostri figli". "Quello che ammiro di più di Hillary è che non cede alle pressioni. Che non ha mai preso la via più facile. E che non ha mai mollato nulla nella sua vita. E quando penso al tipo di presidente che voglio per le mie ragazze, e per i nostri bambini, questo è quello che voglio".

Altri video

Le donne si sposano prima e più spesso hanno una laurea. Matrimoni in Italia, tutti i dati in un video
Videofamiglie - storie
Le fumatrici in Italia sono più di 4 milioni. Un flash di genere per la giornata mondiale senza tabacco
Video
"Ho ritrovato la libertà, una libertà totale, che non conoscevo". Al cinema dal 20 aprile
Videosessualità - stereotipi - storie
Grazie al lavoro delle “madri d’Europa” le donne possono trovare oggi nelle istituzioni europee un’arena privilegiata per la rivendicazione dei propri diritti. La puntata su Rai Storia
Videodiritti - Europa - pari opportunità
"Come sarebbe il mondo senza di noi?" Quest'anno l'8 marzo le donne di 40 paesi fanno sciopero
Video

Pagine