Articolopari opportunità

Che genere di sindaci,
dopo il voto

Articoli correlati

Politiche di pari opportunità, parità di genere e protezione sociale sono le sfide che il nuovo Parlamento europeo avrà il compito di affrontare nei prossimi mesi. Ne parliamo con Ruth Paserman, che ha seguito da vicino l’iter del Pilastro sociale europeo

In Italia le donne scelgono più spesso di studiare materie sociali e umanistiche all'università. E anche se sono di più a biologia, matematica e statistica, le informatiche e le fisiche sono ancora troppo poche. Ecco perché è importante un'inversione di rotta nelle politiche educative

SPECIALE EUROPA. Cosa ha significato l'Unione europea per i diritti delle donne: dal Trattato di Roma all'ultima direttiva sulla conciliazione, ripercorriamo il tragitto che ci ha portate fin qui per definire l'Europa che vogliamo

SPECIALE EUROPA. Dal 23 al 26 maggio si vota per il nuovo parlamento europeo, una partita importante che riguarda le donne da vicino, perché vede al centro lo scontro tra due modelli sociali

Molte le novità politiche che sono emerse dal voto del 15 e 16 maggio 2011 per le elezioni amministrative in Italia. Molto è cambiato, molto cambierà. Com'è andata invece dal punto di vista della presenza femminile nelle istituzioni? I dati in nostro possesso per ora ci consentono di guardare solo alle poltrone dei sindaci (mentre quelli sui consigli comunali e sulle giunte arriveranno in seguito), e solo in relazione ai comuni dove non si va ai ballottaggi.

Tra i 1.184 sindaci eletti ci sono 118 donne, con una percentuale quindi di circa il 10%. Nel totale dei comuni in cui si è votato, come si vede nella precedente scheda di inGenere.it, la percentuale di donne sindaco uscenti era l'8,8%. Un miglioramento lievissimo, dunque. Quasi impercettibile. In uno dei grandi comuni in ballottaggio - il più importante, il cuore di questa competizione politica: Milano - uno dei candidati, Giuliano Pisapia, si è impegnato a presentare uan giunta a composizioone paritaria (50 per cento donne, 50% uomini).

Se il vento è cambiato, quando cambiamo il vento?

I dati (fonte Viminale) sono elaborati da Openparlamento