Marilisa DʼAmico

Docente ordinaria di diritto costituzionale all'università di Milano

Articoli pubblicati

Non si può garantire un solo principio (la tutela dell'embrione) a scapito di tutti gli altri, ed è iniquo discriminare le coppie economicamente e in base alla gravità del loro problema di infecondità. L'analisi giuridica, punto per punto, delle ragioni per cui il divieto di fecondazione eterologa è stato dichiarato incostituzionale. E irrazionale

Articolobioetica - corpi - diritti - pma