Francesca Molfino

Psicoanalista freudiana. Dal 1974 ha fatto parte del movimento femminista, ha fondato con altre il Centro culturale Virginia Woolf (Università delle donne), ha lavorato con le donne nei centri antiviolenza. Insieme ad altre nel 2004 ha costituito l’associazione Donne e scienza. È autrice di numerosi saggi sui temi dell’identità femminile e sul rapporto tra psicoanalisi, femminismo e cultura.

E' morta l'8 aprile 2013.

Psycologist, she worked in Rome with adult patients. She was in the italian feminist mouvement since 1974 and she fuounded the Virginia Woolf cultural group. She also worked to defeat violence against women, and in 2004 she founded the association Women and science. She wrote many essays on female identity and on the connection between psychoanalysis, feminism and culture.

Articoli pubblicati

Donne e scienza, molto è cambiato. Ma permangono stereotipi di genere nella ricerca scientifica. Eliminarli però può essere molto difficile, perché i cliché funzionano come mappe mentali che ci aiutano a interpretare la realtà. Meglio sostituirli con modelli positivi, valorizzando le novità che le donne portano nei loro team

Articoloscienza

Una miriade di fatti di cronaca orrendi, un discorso pubblico ad alto impatto emotivo. Ma cosa fare nel quotidiano per contrastare la violenza sulle donne? Quali risorse, quali strutture ci servono? Una lettera da un'operatrice ed esperta dei Centri antiviolenza invita a passare dalla propaganda alla politica

Articoloviolenza

Freud, Jung e Sabina Spielrein: tre figurine in un museo delle cere e come sfondo una ricostruzione storica pedissequamente fedele. Un film che non riesce a incarnare, lasciando fuori dalla porta la complessità della storia e la passione degli spettatori

Recensionestorie

D'estate le cronache si riempono di resoconti dei cosiddetti "crimini passionali", ma non c'è passione: è violenza contro le donne. Cambiare i termini del discorso e affrontare la questione con strumenti appropriati è l'unico modo per salvarle

Articoloviolenza

20 milioni all'anno, ma per la maggior parte non sono spesi. Breve storia degli stanziamenti governativi contro "la violenza sessuale e di genere": che, in assenza di un piano, restano sulla carta

Articoloviolenza