Newsdisuguaglianze, innovazione, lavoro, pandemia

Per un lavoro digitale inclusivo, nasce il master europeo

Diversità e inclusione stanno vivendo un'ondata di popolarità in Europa, certo ancora indietro rispetto agli Stati Uniti, dove l'interesse è da tempo piuttosto alto, ma la pandemia ha accelerato le cose, e la digitalizzazione diffusa del lavoro sta cambiando davvero il modo in cui ci relazioniamo sul lavoro.

A dirlo sono Agnes Uhereczky, Executive Director di The WorkLife HUB, e Barbara De Micheli, Head of Social Justice Unit della Fondazione Giacomo Brodolini, in un articolo da poco pubblicato su DivercityMag, in cui spiegano come non è più sufficiente che aziende e organizzazioni si dichiarino inclusive, per valorizzare le diversità e creare ambienti inclusivi c'è bisogno di conoscenze teoriche e competenze consolidate, come la capacità di usare strumenti e monitorare indicatori, di condividere visioni e far circolare conoscenze.

È da questa consapevolezza, spiegano le autrici a inGenere, che nasce la prima edizione del master IncludEU – Advanced Training Course on ‘Building Diverse and Inclusive Workplaces in Europe’ a cura di Fondazione Giacomo Brodolini (FGB) e The WorkLife Hub (WLH), un corso online intensivo di 12 settimane in partenza il 22 ottobre 2021 e pensato per fornire le competenze utili a progettare e implementare programmi di diversità, equità e inclusione all'interno di organizzazioni pubbliche e private.

Giovedì 16 settembre alle 12.30 in diretta Zoom, Barbara De Micheli e Agnes Uhereczky presenteranno il corso e il suo programma, i formatori e i docenti che ne saranno ospiti, rispondendo a domande e curiosità, all'interno di un info day dedicato al percorso di formazione.

Iscrizioni aperte fino al 27 settembre 2021

Per saperne di più

Segui l'evento in diretta