Foto Flickr/Ashbringer83

Siamo a Natale e finalmente sono state distribuite le risorse per il biennio 2013-2014 promesse per il contrasto alla violenza sulle donne. Adesso sono in mano alle regioni, ma ancora non è dato sapere come in concreto le stanno spendendo. Intanto, ecco i criteri con cui sono stati ripartiti i fondi pubblici messi a disposizione a livello centrale

Articolopolitiche - spesa pubblica - violenza

Dedico lavoro ed energie a contrastare la violenza contro le donne perché è la più penetrante, inascoltata e sottovalutata violazione dei diritti umani. Appartiene drammaticamente alla storia dell’umanità, inizia nella notte dei tempi, e sol per questo viene ritenuta una forma ineliminabile di...

Newsstorie - violenza

Otto uomini violenti su dieci sono recidivi. Negli ultimi anni sono nate strutture e servizi rivolti a loro e ora si prova a fare il punto delle prime esperienze, tra il rischio di patologizzare e le polemiche sull'uso delle scarse risorse per il contrasto alla violenza

Articoloazioni positive - femminismi - istituzioni - stereotipi - violenza

Non solo le risorse sono esigue, ma sono anche distribuite con criteri opinabili. A partire dal fatto che in futuro potrebbero essere finanziati anche centri non specializzati. Cancellando una lunga storia di luoghi delle donne per le donne

Articolospesa pubblica - violenza

È ancora dominante una narrazione della violenza contro le donne, dallo stupro al femminicidio, come raptus, reazione giustificata, persino gesto comprensibile. Una riflessione sul linguaggio e le rappresentazioni, e alcune idee su come raccontare il fenomeno senza alimentare gli stereotipi. Che finiscono per farci sembrare tutto normale, anche il sangue

Articolomedia - violenza

L'Italia spende molto meno, tra la metà e i due terzi, di Francia e Regno unito contro la violenza di genere. E con criteri poco trasparenti. Alcune idee per superare le attuali incertezze

Articolopari opportunità - politiche - spesa pubblica - violenza

Jacqui True ha scritto un libro in cui tesse le fila tra processi macroeconomici, relazioni internazionali, donne, prevenzione della violenza. Una critica al neoliberismo da una prospettiva economico-femminista.

Recensioneviolenza

Perché le statistiche sulla violenza di genere sono così lacunose? Come mai è così difficile monitorare in maniera puntuale i vari reati commessi contro le donne? Non si tratta solo di sommerso e di reticenza a denunciare l'uomo che agisce violenza, spesso il proprio partner. Ci sono anche problemi di definizione e con le fonti dei dati (attualmente poche e non strutturate)

Articoloviolenza

Scriveva Elena Gianini Belotti «Che cosa può trarre di positivo un maschio dalla arrogante presunzione di appartenere a una casta superiore soltanto perché è nato maschio? La sua è una mutilazione altrettanto catastrofica di quella della bambina persuasa della sua inferiorità per il fatto stesso di appartenere al suo sesso». La risposta è una lunga storia di riflessione maschile su come agire cambiamenti politici, personali, relazionali che aprano spazi di libertà

Articolostorie - violenza

Il 25 novembre è la data in cui in tutto il mondo si parla di violenza degli uomini sulle donne. È una data importante e anche noi ne approfittiamo per dire dieci cose che è bene ribadire perché vorremmo che fossero acquisite e scontate, ma non lo sono

Articoloviolenza

Quando nel 1991 iniziai ad occuparmi, come Pubblico Ministero, di reati riguardanti la violenza domestica ricordo che “La Repubblica” dedicò al nostro mestiere un bellissimo articolo, che vedo ancora oggi appeso in un quadretto nel mio ufficio semipresidenziale, dal titolo “Noi contro la violenza a...

Newsstorie - violenza

Convegni e dibattiti in cui sono previsti solo relatori uomini continuano a essere numerosi, in ogni ambito di discussione. Persino quando si parla di uguaglianza di genere. Non ci sono le esperte? Impossibile. Una vecchia cattiva abitudine da tenere d'occhio, indice di declino e anacronismo prima ancora che di maschilismo

Articolomoc - pari opportunità - stereotipi

Ha fatto molto discutere la notizia che Apple e Facebook offrono alle loro dipendenti la possibilità di congelare i propri ovuli a spese dell'azienda: una buona opportunità o "costrizione"? Il fattore tempo è determinante per la fertilità, ma la genitorialità rimandata comporta anche aspetti etici, sociologici e economici da considerare

Articolobioetica - corpo - pma

Più si sale ai vertici, e più l'ambiente si fa maschile. Come in altri settori, anche in quello economico la carriera delle donne continua a fermarsi ai piani bassi. In molti paesi, e anche in Italia, sono nate associazioni per esaltare la presenza femminile nei ruoli di prestigio e rimediare alla cronica scarsità. E in effetti dei passi avanti ci sono stati

Articolopari opportunità - ricerca - università

Un libro ricostruisce le vicende di tante lavoratrici che, ieri come oggi, subiscono le conseguenze di un modello di organizzazione del lavoro pensato al maschile

Recensionediritto - lavoro - pari opportunità - storie

Vi segnaliamo un interessante articolo di Cecilia Guerra pubblicato su neodemos , che spiega perchè ci sono diversi motivi per dire no al bonus bebè annunciato dal governo: «La legge di stabilità per il 2015 propone l’ennesima riedizione di un bonus bebè, il cui copyright per il nostro Paese risale...

Newsfamiglie - finanza pubblica - politiche - povertà